Successe diverse cose

  • ho fatto un incidente d’auto. Io e la mia passeggera stiamo benissimo e il tipo in moto pure, tuttavia…
  • glissiamo su sensi di colpa che è meglio;
  • l’auto non è proprio ridotta bene, l’altra auto non la posso guidare per via di una clausola dell’assicurazione;
  • Sinceramente non ho molta fretta di ritornare a guidare, ma mi manca la mia indipendenza nell’andare dove mi pare senza farmi accompagnare.
  • La riluttanza ad andare per strada ha anche interrotto il mio circolo virtuoso dei giri in bicicletta. Avevo perso 4 chili. Devo assolutamente ricominciare ma…
  • nel frattempo ho preso un raffreddore orribile, quindi ho passato i giorni scorsi a:
    1. dipendere dalla tachipirina
    2. essere generalmente rincoglionita
    3. non poter andare al mare
    4. avere una scusa per non andare in bici
    5. non studiare

Buone notizie

  • se tutto va bene vado a trovare kat (con la minuscola, per favore)!!!

Prendere un treno ed andare da qualche parte è proprio quello che vorrei fare, visto che non c’è nessuno che venga con me. Quando siamo andate a Lefkada dopo la maturità, c’era una ragazza inglese che viaggiava da sola, zaino in spalla, probabilmente soldi alla mano e via, in giro per quel paradiso terrestre.

Annunci

9 pensieri su “Successe diverse cose

  1. Austro, quella è la trama di “W l'Inghilterra” di Baglioni. E tu non sei Baglioni. E non sei manco uomo. E non hai manco la Due Cavalli (la Camilla).
    Dunque, la domanda nasce spontanea: WTF??????

  2. L'inglesina zaino in spalla? Sono molto più indipendenti di noi, i nordici. Se avessi incontrato prima di quel viaggio tutti i puffi, i crucchi, gli inglesi, gli europei in generale che ho incontrato ora in erasmus, non me ne sarei neanche stupita.

    Poi conta che tu puoi andare là, acchiappi un nativo e sicuro che ti trova una camera in affitto, sa. Quindi fare viaggi improptu non è manco difficile.

    ps. BIGLIETTI COMPRATI! (ahhhaha è la terza volta che lo scrivo)

  3. Chissà se c'ho le foto, mi sa di no 😦 Anche perché sarebbe stato strano fare le foto alla poverina (non è che ci abbiamo scambiato tantissime parole, l'abbiamo incontrata diverse volte in giro per l'isola)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...