Il capodanno berlinese e le cazzate che ti raccontano

Vogliamo innanzitutto sfatare una cazzata che ti raccontano sulla Germania

“Stai attento a come ti comporti lassù, che se provi a buttare una cicca per terra ti fanno una multa!”

“Là è tutto pulito! I tedeschi sono pulitissimi”

Una giornata media berlinese conta la sua buona dose di cicche per terra, zozzo, etc. L’unica differenza con tutte le altri capitali europee, e specialmente con le città italiane, è che lì PAGANO le persone per pulire.
L’unico posto che può contare una tale pulizia è Monaco di Baviera, ma sospetto che ci sia un collegamento col fatto che in Baviera la CSU, un partito cristiano democratico, è al governo da sempre, non hanno mai perso un’elezione. Il colore della CSU è tiefschwarz, lett. profondo nero. E dal ’65 non hanno mai perso un’elezione. Io non lo so… traete voi le conseguenze.

Ma non è vero che hanno questa cosa della pulizia. Guardate queste foto risalenti alle 2:20 di Capodanno, e vi assicuro che erano già così mezz’ora dopo mezzanotte.

E anzi, dalle foto sembra più pulito di quanto non fosse. 620 persone hanno lavorato una notte intera per ripulire Berlino e alla fine verso mezzogiorno il centro era accettabile. Quello che vedete sono bottiglie di alcolici assortiti e botti vari.


Un’altra cosa che ho imparato da questa gita è che i Berlinesi un po’ la nostalgia del muro ce l’hanno. Il 31 c’era una barricata attorno alla porta di Brandeburgo e lungo Via 17 giugno fino alla rotonda della colonna della vittoria. Se da una parte voleva evitare la bagarra che poi c’è stata in giro per Berlino e creare una zona sicura per le famiglie e i turisti, però fare una doppia barricata, controllare borse e bottiglie (non si potevano portare botti, armi – chiaramente – e bottiglie di vetro), creare un esodo verso le varie aperture che man mano chiudevano era un po’…. uhmm… come spiegarlo… mi ricorda un po’…

YOU ARE NOW ENTERING THE CIVILIZED SECTOR. CARRYING WEAPONS, GLASS BOTTLES AND FIREWORKS FORBIDDEN. EAT MANY BRATWÜRSTE.

Ma non interpretatemi male… questo capodanno è stato una figata. Non avevo mai fatto un capodanno all’estero e nonostante la nostalgia delle mitragliette (sono fissati coi botti, ma veramente fissati) ci sanno fare. Riguardo il divertimento hanno lo stesso problema dei puffi: mantengono dei nervi di ferro fino a quando non possono smettere. A quel punto diventano matti completamente.

Però che figata.

Annunci

5 pensieri su “Il capodanno berlinese e le cazzate che ti raccontano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...