Io Mi Preoccupo

Ciao a tutti, mi chiamo Wtf ShutUp e sono una preoccupatrice seriale.

(Ciao WTF)

Sì, okay, non faceva ridere. Però sì, sono una preoccupatrice seriale.

Forse è colpa di mia madre, donna ansiosa che non mi ha fatto fare un sacco di cose. Anche il mio tipo psicologico mi predispone all’ansia. Conta gente non da bruscolini come Lincoln, Einstein, Kant, Arendt, Marie Curie, Locke, Cartesio, i fondatori di Google. Anche Linus van Pelt può essere classificato come INTP, e a parte la sorella, le ansie di Linus erano grandi, più grandi di un uomo.

Ma non voglio parlare di INTP. Voglio parlare delle mie ansie.

L’impotenza1 è al centro delle mie ansie.

Non avere il controllo delle cose. Della mia vita, delle situazioni, dei miei sentimenti. Strettamente correlata è probabilmente anche il senso di inadeguatezza. Odio non sapere fare le cose, odio non sapere che fare, vado in panico, in palla, e tutto il mio pensiero logico è inutile. La simulazione e la predizione di possibili scenari è la mia specialità; il problema è che possibilità anche remote mi sembrano inaccettabili rischi se in pericolo c’è qualcosa di importante. Dato che non riesco a convincere il mio cervello a trascurare possibilità minuscole ma disastrose, la cura a questo tipo di ansia, ovviamente, è la preparazione. Mi preparo dei piani teorici, tipo: che faccio se arrivo all’appuntamento e si lamentano che sono in ritardo? Mi invento una scusa, o mi preparo una giustificazione, o una cosa da ribattere. Oppure direttamente, prima ancora di provare la paura, quando vedo un pezzo di informazione cerco di raccoglierlo disperatamente, tenendolo per dopo e sperando che torni utile. Qualche tempo fa ho letto con estrema fascinazione una guida per salvarmi in caso sprofondassi in un laghetto ghiacciato, una informazione INUTILE visto che vivo in Italia ed è improbabile che io mi trovi in questa situazione. Certo la mia aspirazione è visitare o trasferirmi in un paese freddo ma sul serio, quante sono le possibilità? Infinitesimali, considerato il riscaldamento globale.2

Ma è l’inadeguatezza che mi frega. Sono nata con poco senso pratico, fatta per le grandi questioni e con poca attenzione e interesse alle cose di tutti i giorni. Mia madre mi dice che vivo 30 cm sopra la terra, e onestamente non so darle torto, anche se non so darle ragione. So fare le cose; sono sopravvissuta all’estero per 5 mesi da sola. Ho mangiato, mi sono spostata, pagato cose. Ho risolto problemi, fatto cose, visto gente. Gli ultimi giorni siccome non mi andava di farmi tutta la strada fino al supermarket sono sopravvissuta a muffin ma vabbè. Comportamento studentesco standard, direi. Niente di trascendentale.
Solo che questa questione ogni tanto riesce fuori quando faccio stupidi errori per distrazione, come farmi portare via la macchina perché mi sono addormentata (facevo prima in realtà a fare un po’ tardi e non parcheggiarla lì visto che facevo puntualmente tardi, ma avevo fretta ed era così invitante il parcheggio della piazza di mercato semivuota), o scordarmi di telefonare alle cinque per ordinare la pizza. Il primo scherzetto mi è costato un centinaio di euro (multa e carro attrezzi). E queste cose sono accadute nell’ultima settimana. E ne ho fatte di più grosse. Non pensate che non mi colpisca col cilicio mentale per queste stronzate, ragazzi. O forse il punto è che ogni volta mi colpisco col cilicio mentale. Non me le perdono e comunque ne faccio. Mi sembra di stare vivendo una seconda adolescenza. La gente mi dice “beh ti serva di lezione”. Sì mi insegna a non rifare la stessa cosa. Ma non a fare le cose con più attenzione. La gente mi dice: “beh dai sei giovane”. NOOOO! BASTA! VOGLIO ESSERE PERFETTA ADESSO!
E allo stesso momento non voglio essere perfetta. Mi piace la mia imperfezione. Sono contenta di non essere esattamente quello che ci si aspetta da me. Sono contenta di non essere quello che la società vuole da me. Amo essere anticonvenzionale, profondamente tale. Fuck the system. Fuck being on time. Fuck this and that. It’s complicated
La cosa però è incompatibile con l’avere soldi, e un sentiero di vita al di là dell’essere una barbona.
Ovviamente, neanche aderire agli standard dell’adulthood™ mi dà la sicurezza di avere soldi e un sentiero di vita al di là di quello della barbona. Perché non pensate che io abbia un lavoro assicurato. Il punto è che mi sto condannando ad una vita di freelancing, o peggio ad una vita da office bitch, e tutto perché a 13 anni ero stata affascinata da Magda, la protagonista de ‘La Catena Spezzata’, spia biculturale imperiale-darkovana, che camminava in entrambe le zone perfettamente a suo agio.
Tra le cose che hanno aiutato ad identificare i miei problemi e a capire che comunque non sono l’unico alieno disorganizzato sulla terra, è proprio la scoperta di essere INTP e il contatto con altre INTP. Almeno c’è un elemento di analisi delle mie problematiche, anziché sbattere senza direzione contro il muro come quegli inquietanti gattini robot semoventi che gli ambulanti espongono dentro coperchi di scatole di scarpe sul lungomare. Mi sembra già buono, penso. Penso.


  1. Non essendo io dotata di pene, rimarrà chiaro a tutti che è il sentimento di non avere controllo sulle cose della mia vita a preoccuparmi, più che alla possibilità di avere un’erezione. 
  2. È anche vero che in realtà la raccolta di informazione avviene anche alla cazzo, per il gusto di sapere, per questo la gente mi considera una specie di enciclopedia. Considerato questo, visto l’assorbimento assoluto di concetti, ho scelto bene quando ho scelto di fare la traduttrice e/o interprete, visto che sono professioni che richiedono un sacco di competenze. 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...