mi sono dovuta ricredere… The 2nd Law spacca, ragazzi. Da sole le canzoni non mi dicevano granché ma adesso tutti i pezzi sono andati a posto ed è veramente fico.

A tratti non pare manco di stare ascoltando i Muse, pur rimanendo l’awesomeness dei Muse.

vi consiglio di procurarvelo.

Io sto pensando addirittura di comprare il cd fisico
(succede raramente e ultimamente solo per i Muse)
[Ultimamente non riesco a dare nomi ai post… abbiate pazienza!]

Vecchi cd di backup

Non c’è niente da fare: è troppo divertente ripassarsi i vecchi cd di backup, sia miei che della Belva.
Canzoni vecchie che un tempo sono state nuove, vecchie chicche che pensavi di aver perso per sempre tra spietate cernite dettate da un vecchio hard disk da 40 GB, la prova che il sangue da ‘pediano ti scorre nelle vene da prima che ti iscrivessi (un intero cd fatto di documenti presi da wikipedia! Meglio di una cronologia!), e tutte le cose strane che cercavi su internet a 16 anni, vecchi scritti che so a memoria ma chissenefrega, è bello averli scritti per una volta, persino vecchi cd con scritte minatorie sul dorso alquanto improbabili in caso si fossero rifiutati di funzionare (chissà se avrei potuto davvero de-masterizzarli!)…

Pensieri

Uhm, è un po’ che non scrivo un post sul blog, e me ne scuso[1];
i motivi sono tanti; un po’ la vita ha cominciato a girare così velocemente che sono rimasta un po’ stordita, un po’ non ho voglia, un po’ non avevo molto da dire – o così sentivo.
Tanto i miei 25 lettori qui non è che sentano granché la mia mancanza. Ebbene mi ritrovo qui, davanti ad un computer nuovo, con una tazza di tè già scolata che ancora profuma di frutti rossi, diverse presine, un pacchetto da 100 cd mai aperto, Harry Potter in inglese che sto rileggendo per farmi sfumare il cervello, una traduzione che mi aspetta paziente su Word 2007 – che tanto non si fa da sola 😛 – una bella canzone, con cui mi sono fissata.

Nel frattempo, Belva sta spettegolando con la mia pseudo-cugina di come io parli nel sonno, e dica anche cose inquietanti, pare. Sapessero quanto sono inquietanti i miei sogni. E lo sapessi anche io, di solito me ne scordo, ed è male, perché ci farei dei bei romanzi (pare che facciano fortuna, tra l’altro, i romanzi tratti da sogni.).

Intanto incrociate le dita (tutte, eh!) per me. Oggi sono andata su alla sede principale dell’Uni a fare la domanda per l’Erasmus.

== Note == (pardon, deformazione professionale) 
        1. quanto fa figo scriverlo, eh? Fa quasi credere di essere una blogger seguita, amata…

In questo post ho inserito una citazione (in senso lato) da un grande autore italiano. Vediamo chi è così attento da coglierla. (Sì, sto parlando con te, trovala o perderai di credibilità 😛)

 
come mai
mi mandi rose,
certe cose
le fai tu,
mi ami già,
maledizione,
la testa mi va in confusione
e confusione per chi.
di tanto in tanto ti vorrei
ma sacrificio, tristezza tu sei,
ma accanto a te
mi ubriacherò cantando,
sei come un samba sul mio cuore mai,
balli ti scateni e non la smetti mai.
mi mandi rose e poi
che strana bestia è questo sentimento,
a volte no, non basta un tradimento
ma solo un gesto che mi sazi un po’.
mi mandi rose e poi,
che strana bestia è questo sentimento,
a volte no, non basta un tradimento
ma solo un gesto che mi sazi un po’

ma tu chi sei,
l’uomo che posa
o qualcosa
che forse è un sì,
fai con me
l’innamorato,
mi dici che sei disperato
e che sei pazzo di me.
di tanto in tanto ti vorrei,
ma sacrificio, tristezza tu sei,
ma accanto a te
mi ubriacherò cantando,
sei come un samba sul mio cuore mai,
balli ti scateni e non la smetti mai.
mi mandi rose e poi
che strana bestia è questo sentimento,
a volte no, non basta un tradimento,
ma solo un gesto che mi sazi un po’.
mi mandi rose e poi,
che strana bestia è questo sentimento,
a volte no, non basta un tradimento
ma solo un gesto che mi sazi un po’.

mi mandi rose e poi,
che strana bestia è questo sentimento,
a volte no, non basta un tradimento
ma solo un gesto che mi sazi un po’.
mi mandi rose e poi,
che strana bestia è questo sentimento,
a volte no, non basta un tradimento
ma solo un gesto che mi sazi un po’.

Questi momenti così smaliziati di Mina ogni tanto mi prendono alla sprovvista, e si acquattano nella mente, pronti ad uscir fuori mentre vado scribacchiando.

Fissazione

So che hai avuto degli amanti
bisogna pur passare il tempo
bisogna pur che il corpo esulti
ma c’è voluto del talento
per riuscire ad invecchiare senza diventare adulti.
Mio amore mio dolce mio meraviglioso amore
dall’alba chiara finché il giorno muore

(Battiato/Brel, La canzone dei vecchi amanti)