“Ma cosa devo fare allora?”
“Danzare” rispose “continuare a danzare, finchè ci sarà musica. Capisci quello che ti sto dicendo? devi danzare. Danzare senza mai fermarti. Non devi chiederti perchè. Non devi pensare a cosa significa. Il significato non importa, non c’entra. Se ti metti a pensare a queste cose, i tuoi piedi si bloccheranno. E una volta che saranno bloccati, io non potrò più fare niente per te. Tutti i tuoi collegamenti si interromperanno. Finiranno per sempre. E tu potrai vivere solo in questo mondo. Ne sarai progressivamente risucchiato. Perciò i tuoi piedi non dovranno mai fermarsi. Anche se quello che fai può sembrarti stupido, non pensarci. Un passo dopo l’altro, continua a danzare. E tutto ciò che era irrigidito e bloccato piano piano comincerà a sciogliersi. Per certe cose non è ancora troppo tardi. I mezzi che hai, usali tutti. Fai del tuo meglio. Non devi avere paura di nulla. Adesso sei stanco. Stanco e spaventato. Capita a tutti. Ti sembra sbagliato. Per questo i tuoi piedi si bloccano”.
Alzai gli occhi e guardai la sua ombra sul muro.
“Danzare è la tua unica possibilità” continuò “devi danzare, e danzare bene. tanto bene da lasciare tutti a bocca aperta. Se lo fai, forse anch’io potrò darti una mano. Finchè c’è musica, devi danzare!”

Annunci

Hello angst my old friend…

Un’altra estate è arrivata e io sono di nuovo qui, presto la mattina davanti ad una tastiera.

Ma le cose che scrivo sono diverse, la situazione è diversa, e anche il mezzo su cui scrivo lo è. Più snello, più essenziale.

Eccomi qui, laureata, tesi finita, libro finito, e di nuovo da capo.

L’editore sta chiudendo e io non so che fare.

L’università mi sta uccidendo un’altra volta e io non so che fare.

Uguale, ma diverso, insomma.

 

WP_001703

Red fox

Abbiamo visto questa bellezza andando verso le Piane di Castelluccio.
Crediamo fosse una neomamma, per via delle mammelle belle grosse e anche del fatto che mangiava come un maiale senza portarsi via niente (non sembrava particolarmente incinta, e Ale sosteneva di aver sentito rumori strani che potevano venire dai pupattoli nascosti lì vicino).

Non particolarmente timida, solo un po’ diffidente. Non è mai rimasta a meno di 2 metri per più di qualche secondo.

Bellissima. Già sia io che Ale siamo innamorate dei canidi non addomesticati, figurarsi poi vederla così da vicino, in modo così inaspettato.

IMG_0689 IMG_0688 IMG_0686 IMG_0677

Adesso mi metto a studiare, perché di giorno è impossibile, tra i lavori e sto accenno di sole che mi fa venire voglia di cazzeggiare e basta.

Pendelabenteuers

Ascoltare Highway to Hell sulla Civitanova-Albacina suona particolarmente intonato, se non fosse che non è affatto una superstrada o un’autostrada… Sembra più un giro in 126 su una stradina sbrecciata di campagna.
Ma è bella, cazzo.

Vorrei essere impervia all’ansia come una biglietteria automatica di Trenitalia. Ella s’incanta a contemplare l’infinito nei momenti meno opportuni.
E io a metterle fretta, a ballare e agitarmi.
E lei a fregarsene.

Inviato da smartphone